I figli di Pietro Paolo

La crisi delle vecchie strutture agricole è il tema di fondo de I figli di Pietro Paolo.
Rimangono ancora comportamenti inadeguati alle situazioni, pregiudizi, motivi ancestrali, resistenze; a tutto questo si aggiungono le calamità naturali, e le difficoltà di vita di una gente solitaria, isolata, a contatto con la natura. Un modo di vita che è tipico di vaste aree del nostro paese a diverse latitudini.
Le nuove generazioni sentono, nella stessa aria che respirano, nelle esperienze degli ultimi decenni, i mutamenti e la disgregazione in atto, ma spesso non hanno la forza di affrontare le nuove situazioni né di riscattarsi dall'ambiente e dalle circostanze. Le vecchie generazioni, ancorate alla tradizione e al mito di una natura primordiale, in cui sembra che la mano dell'uomo sia rimasta estranea, ritengono che un equilibrio sia ancora possibile. Fatalismo e rassegnazione cristiana s'intrecciano senza che i personaggi riescano a trovare il filo giusto.
Pietro Paolo, allevatore di bestiame e proprietario terriero, rivede nella memoria la sua vita e quella dei figli: ha il ricordo delle buone giornate e delle buone stagioni, pur tra lotte e fatiche, in una visione ottimistica, alimentata da un cristianesimo primitivo; della vita dei figli vede solo gli aspetti che contrastano con la sua esperienza e che lo portano ora all'ira ora alla rassegnazione e alla lamentazione, in un intreccio continuo fra vicende sue e dei figli.
Su questo tessuto s'innesta la vita di un'intera comunità, con le aspirazioni, le tensioni, gli umori e la tendenza a fare di ogni avvenimento un mito, in una dimensione culturale nuova rispetto a quella che fu chiamata «civiltà contadina». Il racconto è semplice e scorrevole, di tono sostenuto, scritto con un linguaggio immediato e visivo, un'amara vibrazione lirica di fondo, e un dialogo serrato e incisivo.
Per questo libro, Antonio Cossu ha messo a frutto, senza perdere di vista la misura narrativa, la conoscenza profonda della sua comunità di origine e dei problemi locali, le sue esperienze di lavoro, i rapporti continui con la gente, gli interessi e le ricerche sociologiche.

Dal risvolto di copertina dell'edizione Vallecchi